Figura_Post_Webinar_Conoscere_i_segnali_dello_stress.jpg

La parola “stress” deriva dai termini francesi medievali “estrece” (strettezza, oppressione, dal latino “strictus” ossia stretto) e “distress” (angoscia, dolore); in Fisica indica la reazione di opposizione dei vari materiali a seguito di un carico eccessivo.

 

Dopo i primi studi del fisiologo Hans Selye, la parola #stress ha assunto in medicina e psicologia il significato che oggi conosciamo, anche se talvolta si parla di stress in modo inappropriato.

Spesso non si conoscono le dinamiche che generano i sintomi dello stress, le fasi di adattamento dell’organismo ai fattori che lo provocano (#stressor) e le conseguenze cui può portare un’errata gestione dello stress o la sottovalutazione del problema.

 

Sicuramente in ambito organizzativo non è un problema trascurabile, dato che si stima siano 40 milioni i lavoratori che in Europa soffrono di stress correlato al lavoro e 136 miliardi di euro il danno economico derivante dalla perdita di produttività riconducibile allo stress, compreso l’assenteismo per #malattia.

“Lo stress, prevenirlo e gestirlo efficacemente”, sarà l’argomento del nostro prossimo webinar tenuto da Rosanna Gallo e Chiara Da Ros, Venerdì 13 novembre, alle ore 12

 

Per partecipare mail a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Figura_Post_Webinar_Benessere_Digitale.JPG
Negli ultimi decenni l’innovazione tecnologica ha rivoluzionato tutti i settori lavorativi e le professioni. Il computer, da macchina di calcolo utilizzata solo da alcuni ricercatori nei laboratori universitari, è diventato uno strumento presente ovunque e le competenze informatiche di base (unitamente alla conoscenza dei device più recenti) sono indispensabili per svolgere la gran parte dei ruoli nel mondo del lavoro.
Ma l’adattamento all’innovazione tecnologica continua (ed ai conseguenti mutamenti di strumenti e metodi lavorativi) non è sempre facile da gestire e può introdurre variabili e problematiche nuove sia in ambito professionale che personale.
Diventa quindi importante saper distinguere le conseguenze positive dell’uso intensivo della tecnologia da quelle più critiche, introducendo un modello di Benessere Digitale che consenta di sfruttare le crescenti opportunità messe a disposizione dagli strumenti più innovativi, sapendo al contempo controllare e governare gli effetti delle dinamiche indesiderate provocate dal loro utilizzo.
#BenessereDigitale, #Tecnostress e #TecnologiaPositiva saranno gli argomenti del nostro prossimo Webinar tenuto da Sarah Bonomi e Chiara Skok, venerdì 6 novembre 2020
Figura_Post_Webinar_Comitati_di_Crisi.JPG
La Pandemia ha accelerato e incrementato le attività del Comitati di Crisi aziendali: in questi mesi si sono confrontati quotidianamente e non sempre sono stati altamente produttivi nel fornire risposte rapide ed efficaci.
Nel webinar di venerdì 30 ottobre avremo una testimonianza dalla Sanità e ci interrogheremo sul funzionamento dei Crisis Team.
Come hanno lavorato? Come sono state prese le decisioni? Come sono state gestiti i conflitti fra ruoli? Quali sono stati i comportamenti più o meno efficaci? C’è una crisi di leadership?
Infine come ci si era preparati all’eventualità di una crisi? Ci sono stati comportamenti di auto protezione ?
Ogni crisi “forza” i cambiamenti, ma come possiamo anticipare un cambiamento evolutivo continuo? Come possiamo immaginare di prepararci all’eventualità di una crisi?
Ne parleremo con Rosanna Gallo, Anna Levati, Gianluigi Russo ed Alberto Zamboni, il 30 Ottobre 2020 alle ore 12
Figura_Post.jpg

La quotidianità ci pone spesso di fronte a situazioni critiche, psicologicamente ed emotivamente difficili da gestire, sia in ambito professionale che personale.

Nel cercare di raggiungere la performance ottimale, tendiamo a mettere in atto comportamenti automatici riempiendo le ore della nostra giornata con routine di azioni e comportamenti che ci fanno perdere almeno in parte l’esatta percezione di noi stessi.

Il risultato di questa dinamica si traduce spesso in una minore efficienza, in comportamenti impulsivi/compulsivi, nell’aumento di ansia e depressone, in disturbi del sonno; in altre parole in un abbassamento evidente della qualità della vita.

Le pratiche della Mindfulness e del Training Autogeno anche in ambito lavorativo, permettono alle persone di avere una migliore percezione delle proprie risorse fisiche ed intellettive e quindi un miglioramento dei propri stati mentali con conseguenze positive sulla qualità del lavoro (attraverso anche la riduzione degli errori professionali), sui livelli di attenzione e concentrazione, sulla capacità di problem solving e sull’efficienza del lavoro di Team.

Di Mindfulness e Training Autogeno ci parleranno Barbara Chignoli ed Elisa Bondesan nel nostro Webinar di Venerdì 23 Ottobre alle ore 12

Per partecipare mail a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Privacy Policy

Copyright © Eu-tròpia Srl